Acquisto casa con riserva di proprietà, immobile trasferito solo dopo l'ultima rata

Se l'acquisto a rate di un immobile consente al compratore di dilazionare il pagamento, ma di fatto gli garantisce la proprietà della casa fin dal rogito, ciò non succede nella vendita "con riserva di proprietà". In questa modalità di compravendita, infatti, l'abitazione resta in campo al venditore fino a quando non viene corrisposta l'ultima rata.

La vendita con riserva di proprietà è una maniera di tutelare il venditore contro le eventuali inadempienze del compratore. In questo modo resta proprietario dell'immobile finché non riceve l'intero pagamento. Una delle conseguenze, sancita da una recente sentenza della Cassazione, è che se l'acquirente decede prima di aver pagato l'ultima rata, il bene non entra nella successione e non passa agli eredi.

Secondo la sentenza n 7467/16 gli eredi dell'acquirente conservano un diritto di credito, potendo quindi subentrare al defunto e terminare l'acquisto dell'immobile, e anche un diritto per l'eventuale aumento di valore che il bene abbia conseguito in ragione dei miglioramenti apportati dal parente deceduto.

Dal punto di vista fiscale, il contratto con riserva di proprietà viene tassato come una vendita normale e il compratore deve corrispondere fin dall'inizio l'eventuale imposta di registro e iva.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here