Allarme bundesbank, banche tedesche "strutturalmente vulnerabili" a una crisi immobiliare

Una eventuale crisi immobiliare potrebbe mettere a dura prova le banche tedesche. A dirlo è la bundesbank, che ha lanciato un vero e proprio allarme. Secondo la banca centrale tedesca, i prezzi immobiliari nelle sette maggiori città tedesche sono sopravvalutati in media del 25% e una crisi del settore potrebbe mostrare tutta la vulnerabilità degli istituti di credito

Presentando il rapporto sulla stabilità finanziaria 2014, la vicepresidente di bundesbank, Claudia buch, ha spiegato: "osserviamo il mercato immobiliare molto attentamente. Non appena dovessimo riconoscere un pericolo per il sistema finanziario, attiveremo il nostro intervento"

Buch ha poi aggiunto che al momento i prezzi in crescita degli immobili in alcune città non presentano rischi eccessivi per la stabilità finanziaria e non ci sono nemmeno indicazioni significative di un comportamento prociclico delle banche nella concessione del credito

Nel rapporto la bundesbank ha sottolineato che un effetto destabilizzante tra la concessione di crediti e lo sviluppo dei prezzi non è al momento riconoscibile e che, considerando la complessità del mercato, non ci sono indicazioni di prezzi esagerati, né quindi necessità di un intervento

Anche se, in selezionate città, la concessione di finanziamenti nel settore al 100% o più indica una sensibilità strutturale nel sistema bancario tedesco se si dovesse verificare contemporaneamente una caduta dei prezzi degli immobili, l'aumento delle insolvenze dei debitori e un peggioramento del quadro macroeconomico

La vicepresidente di bundesbank ha poi fatto sapere che "più a lungo durerà la fase di tassi di interesse estremamente bassi, più alto sarà il rischio che si possa arrivare a eccessi in alcuni segmenti di mercato"

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here