Annullare il 730 inviato, c'è tempo fino al 20 giugno 2018

Il 730 precompilato 2018 è da qualche tempo tra i primi pensieri dei contribuenti italiani. Dallo scorso 2 maggio è possibile accettare, modificare e inviare il modello precompilato dall’Agenzia delle Entrate. Fino al 23 luglio, dunque, sarà possibile accettarlo così come è stato compilato dal Fisco oppure modificarlo e poi trasmetterlo. Ma attenzione: dopo la trasmissione della dichiarazione, è consentito annullare – per una sola volta – l’invio effettuato e procedere con uno nuovo fino alla data del 20 giugno 2018.

Ma come annullare il 730 già inviato? Per prima cosa, si deve necessariamente utilizzare il sito dell’Agenzia delle Entrate. Si può annullare il 730 se lo stato della ricevuta dell’invio risulta “Elaborato” e se si accede all’applicazione con le stesse credenziali utilizzate per l’invio.

Per annullare il 730 inviato occorre selezionare l’opzione “Richiedi annullamento 730”. Nel caso di dichiarazione congiunta, l’operazione di annullamento deve essere richiesta solo dal dichiarante. E’ opportuno ricordare che con l’annullamento del 730 viene cancellato anche l’eventuale modello F24 già predisposto. E’ possibile effettuare l’annullamento una sola volta fino al 20 giugno.

Dopo tale data è in ogni caso possibile correggere la dichiarazione precedentemente inviata, presentando al Caf o al professionista un 730 integrativo entro il 25 ottobre. In alternativa, è possibile trasmettere, tramite l’applicazione web, un modello Redditi correttivo entro il 31 ottobre oppure un modello Redditi integrativo dopo il 31 ottobre.

Una volta annullato il 730, all’Agenzia delle Entrate non risulterà presentata alcuna dichiarazione, sarà quindi necessario trasmetterne una nuova. Una volta pronto il nuovo modello è possibile procedere con l’invio del 730 dopo che sono trascorse 24/48 ore dall’annullamento del precedente.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here