Assicurazioni viaggio, come scegliere il prodotto giusto e partire sicuri

Anche in tempi di crisi come quelli che l’Italia sta attraversando, la voglia di vacanza non manca tra i consumatori del bel paese: in marzo, in base all’ultimo studio dell’osservatorio findomestic, il 35% degli intervistati ha dichiarato di voler acquistare un viaggio o una vacanza nei prossimi tre mesi. Chi si prepara a partire, per evitare inconvenienti di ogni tipo, può valutare l’acquisto di un’assicurazione viaggio, ossia una polizza che offre una copertura completa in caso d’incidenti e problemi che si possono verificare quando si è lontani da casa. Ecco alcuni consigli da seguire per fare la migliore scelta.

È possibile sottoscrivere un’assicurazione nel momento in cui si prenota il viaggio (direttamente in agenzia o tramite internet), con una compagnia assicurativa convenzionata con il rivenditore o, in alternativa, in modo del tutto autonomo e svincolato. Se si opta per il canale web, ci si può affidare ai servizi di comparazione on line e richiedere un preventivo gratuito, specificando la destinazione, la durata del viaggio e il tipo di copertura. Il pagamento avviene solitamente con carta di credito; successivamente tutta la documentazione viene inviata al cliente, che dovrà provvedere a stamparla e conservarla per tutta la durata della vacanza.

A seconda delle proprie necessità e possibilità di spesa, è possibile scegliere fra un ventaglio molto ricco di polizze viaggi. Esistono, per esempio, assicurazioni che prevedono il rimborso delle spese mediche sostenute durante il viaggio, altre che offrono assistenza al cliente in caso di rientro, prolungamento o annullamento del viaggio per cause di forza maggiore e quelle che coprono gli eventuali danni commessi dall’assicurato a terzi o a cose durante la vacanza. Ci sono, inoltre, pacchetti completi, che includono tutte le principali garanzie (sanitaria, bagaglio, volo, responsabilità civile ecc.), e pacchetti annuali, che, come suggerisce il nome, coprono tutti i viaggi effettuati durante l’anno a fronte del pagamento di un premio annuale piuttosto competitivo. Per partire sereni, esistono anche polizze, che assicurano e/o forniscono assistenza ai parenti rimasti a casa, all’abitazione o ancora al veicolo dell’assicurato.

L’assicurazione sanitaria per il viaggio è fortemente consigliata in alcuni paesi, come gli usa, dove l’assistenza medica ha costi molto elevati, e obbligatoria in altri, come per esempio cuba. Nell’unione europea e in svizzera è a discrezione del viaggiatore: in questi paesi, per ottenere assistenza medica nelle strutture statali, è infatti sufficiente il semplice tesserino sanitario.

I costi dell’assicurazione viaggio variano molto in funzione della tipologia di polizza, della destinazione del viaggio e della durata del soggiorno. A titolo di esempio, una persona che desidera avere una copertura base (spese mediche, bagaglio, annullamento e responsabilità civile), valida per un viaggio di due settimane, spenderà fra 15 e 50 euro se sceglie l’Italia, fra 30 e 100 euro se sceglie una località estera (esclusi usa e canada) e fra 70 e 155 euro per tutto il mondo (inclusi usa e canada).

Infine, al momento della scelta, è opportuno considerare i costi legati alla copertura assicurativa e leggere attentamente tutte le condizioni per capire se il contratto prevede eventuali limitazioni/franchigie.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here