Attenti ai loft, due su tre non sono abitabili

La moda del loft, che si tratti di ex complessi industriali convertiti in open space o di veri e propri "villaggi" come quelli di salomone oreste in zona mecenate o più a sud di via Savona, a Milano rischiano di non avere l'abitabilità in base al nuovo piano di governo del territorio. Il comune ne ha censiti circa 50 mila, ma sul mercato solo il 30% è regolare gli altri sperano nella bonifica

Solo quelli più vecchi, degli anni novanta, infatti, hanno potuto godere dei condoni edilizi e sono stati sanati, tutti gli altri sono di categoria catastale c3, il che significa non residenziali. Il nuovo pgt, eliminerà il vincolo della destinazione d'uso introducendo l'indifferenza funzionale per questa tipologia di edifici

Ma l'iter della bonifica si blocca se l'immobile non è coforme ai criteri del residenziale, quindi il nuovo piano non corrisponde ad una sanatoria, al contrario non può essere applicato alle irregolarità in corso
Tutto sommato, però il comune di Milano stenta nei controlli e per dirla tutta - come ha sottolineato l'assessore all'edilizia masseroli - se nel loft si vive ma si lavora anche, in qualche modo si è tutelati

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here