Bonus tv, come ottenerlo

Fino al 31 dicembre 2022 è possibile usufruire del bonus tv per l’acquisto di apparecchi televisivi compatibili con lo standard di trasmissione DVB-T2 (tv e decoder). Vediamo, nello specifico, come ottenerlo.

Il bonus tv è innanzitutto un contributo, previsto dalla legge di Bilancio 2018 per gli anni 2019-2022, a favore dei cittadini per l’acquisto di apparecchi televisivi di nuova generazione (articolo 1, comma 1039, lettera c) della legge n. 205 del 2017). Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze 18 ottobre 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 novembre 2019, sono state individuate le modalità attuative per l’erogazione del contributo.

Nel dettaglio, il bonus tv:

  • è concesso per l’acquisto, dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, di apparecchi televisivi compatibili con lo standard di trasmissione DVB-T2 (tv e decoder);

  • è riconosciuto una sola volta in relazione a ciascun nucleo familiare e per l’acquisto di un solo apparecchio nel periodo di riferimento, ai cittadini residenti in Italia, appartenenti a nuclei familiari per i quali il valore dell’Isee, risultante da una dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) in corso di validità, non è superiore a 20.000 euro;

  • è riconosciuto sotto forma di sconto praticato dal venditore dell’apparecchio sul relativo prezzo di vendita, comprensivo di Iva, per un importo pari a cinquanta euro o pari al prezzo di vendita se inferiore.

La risoluzione n. 105/E dell’Agenzia delle Entrate ha istituito il “codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta spettante in relazione agli sconti praticati dai rivenditori in favore degli utenti finali per l’acquisto di apparati televisivi idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie trasmissive DVB-T2–decreto interministeriale del 18 ottobre 2019”.

Secondo il decreto interministeriale del 18 ottobre 2019, “il contributo è riconosciuto all’utente finale sotto forma di sconto praticato dal venditore dell’apparecchio sul relativo prezzo di vendita, per un importo pari a cinquanta euro o pari al prezzo di vendita se inferiore”.

Con la risoluzione è stato fatto sapere che “per consentire l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta in argomento tramite il modello F24, è istituito il seguente codice tributo:

  • 6912” denominato “BONUS TV - credito d’imposta per il recupero degli sconti praticati dai rivenditori agli utenti finali per l’acquisto di apparati televisivi idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie trasmissive DVB-T2 –D.M. del 18 ottobre 2019”.

E ancora, “in sede di compilazione del modello di pagamento F24, ai fini dell’utilizzo in compensazione del credito d’imposta, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione ‘Erario’, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna ‘importi a credito compensati’”.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here