Cartella esattoriale Equitalia, quando è illegittima

La cartella di pagamento emessa per la riscossione degli interessi è illegittima qualora non sia indicato il tasso d’interesse applicato. Solo in questo modo è possibile per il contribuente verificare la correttezza dei calcoli eseguiti. A dirlo la sentenza 24933/2016 della Corte di Cassazione.

La sentenza nasce da un caso in cui l’Agenzia delle Entrate, dopo aver revocato la sospensione del pagamento di un’imposta di successione, ha iscritto a ruolo gli interessi dovuti sull’intero periodo di sospensione. Il provvedimento è stato impugnato lamentando un’omessa motivazione, atteso che non era indicato il tasso di riferimento utilizzato per il calcolo delle somme dovute.

La commissione tributaria provinciale ha accolto il ricorso e la decisione è stata confermata anche in grado di appello, sul presupposto che il contribuente non era stato posto in condizione di ricostruire l’iter logico-giuridico seguito dall’ufficio.

L’Agenzia ha presentato ricorso in Cassazione, sostenendo che la cartella di pagamento fosse sufficientemente motivata, riportando sia il periodo relativamente al quale erano maturati gli interessi dovuti, sia gli estremi del provvedimento di revoca della sospensione, pertanto era possibile per il contribuente il controllo di quanto dovuto.

Confermando la decisione di merito, i giudici di legittimità hanno rilevato che la cartella di pagamento, quando non è preceduta da un avviso di accertamento, deve essere motivata in modo congruo, sufficiente ed intellegibile. Tale obbligo deriva dai principi di carattere generale previsti per ogni provvedimento amministrativo e, in ambito tributario, dall’articolo 7 della legge 212/2000.

Nella specie, l’assenza del tasso e del metodo di calcolo degli interessi impediva qualunque controllo sulla correttezza del totale dovuto. Sebbene, infatti, l’interessato fosse a conoscenza dell’imposta sulla quale tali somme erano state calcolate e ben poteva verificare il periodo relativamente al quale erano maturati tali interessi, solo con l’indicazione del tasso avrebbe potuto ricostruire il metodo seguito dall’ufficio e riscontrarne la correttezza.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here