Come funziona il coworking sulla spiaggia (e non solo)

Nel XXI secolo sono sempre di più le categorie professionali che possono sfuggire alla routine e lavorare anche da remoto, magari in un posto di mare. Nei mesi estivi, in particolare, ci sono delle aziende che spostano i propri lavoratori con l’obiettivo di offrire loro un luogo di lavoro diverso.

Startup Embassy ne è un esempio. Situata nella Silicon Valley, offre un posto accessibile dove dormire se si desidera recarsi nella culla della tecnologia americana in cerca di ispirazione, contatti e bel tempo. La cosa singolare è che solo gli imprenditori che stanno sviluppando un progetto di startup possono rimanere qui. L’obiettivo di questa realtà è essere di ispirazione per la nascita di nuove imprese.

The Surf Office è un altro spazio di coworking, si trova a Gran Canaria e a Santa Cruz (California). Uno dei suoi punti forti in entrambe le sedi è la vista sul mare.

The Tech Beach, sempre a Gran Canaria, offre sistemazioni per quattordici giorni a quegli imprenditori che cercano di sviluppare un nuovo prodotto tecnologico.

The Box Jelly è uno spazio di coworking che si trova alle Hawaii. Qui i soggetti più creativi si incontrano per condividere idee.

Al di là del mare

Ma non c’è solo il mare. L’Hotel Schani si trova nel centro di Vienna e offre uno spazio per il coworking con tutto il necessario per lavorare in modo proficuo.

Ci sono poi imprese come Coworkation e Hacker Paradise che organizzano viaggi per quei lavoratori desiderosi di trovare l’ispirazione nelle località più paradisiache.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here