Come ho salvato la vita a 121 migranti rispondendo a una chiamata telefonica

Non avrebbe mai immaginato, Gianni Brusadelli, che una telefonata anonima alle sei del mattino lo avrebbe segnato per sempre.
Imprenditore in pensione di 66 anni, nato a Lecco ma residente a Roma, all’alba del 30 marzo ha ricevuto una telefonata al suo numero di casa. Erano migranti che chiedevano aiuto da un barcone in mezzo al Mediterraneo. idealista news lo ha incontrato per farsi raccontare la sua storia.

Si tratta di una tecnica molto comune tra gli scafisti, che usano il telefono satellitare per chiedere aiuto e far scattare i soccorsi una volta a ridosso delle coste italiane. L'errore, forse, si spiega con il fatto che il numero di telefono di Brusadelli differisce solo per alcuni numeri da quello del centralino della guardia costiera.

Gianni Brusadelli, ha lavorato per quasi 50 anni come imprenditore in ambito finanziario e immobiliare, e oggi collabora a una società di consulenza assicurativa.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here