Denuncia abuso edilizio condominio, a cosa si ha diritto

Chi effettua la denuncia di un abuso edilizio in condominio ha diritto a ottenere dal Comune la pratica istruita per l’abuso edilizio con tutti gli atti, ma non può accedere anche al ricorso che il confinante ha proposto al tribunale amministrativo e alla relativa sentenza. Questo perché si tratta di documenti non ostensibili in base alla legge sulla trasparenza, anche a voler dare l’interpretazione più ampia della nozione di documento amministrativo.

A renderlo noto la sentenza 3742/19, pubblicata dalla sesta sezione del Tar Campania, che ha accolto in parte il ricorso dell’istante: l’ente locale ha trenta giorni di tempo per mostrare le carte.

Il vicino ha un interesse “diretto, concreto e attuale” a sapere come è andata a finire la vicenda dopo la denuncia ai vigili urbani, quindi può ottenere i documenti sul sequestro del manufatto abusivo oltre che l’ordinanza di demolizione e i provvedimenti consequenziali adottati dal Comune. Ma non può accedere all’istanza relativa al ricorso al Tar e alla relativa sentenza.

In merito all’accesso all’istanza relativa al ricorso al Tar, il diniego è legittimo perché si tratta di un atto giurisdizionale di un privato che non risulta in alcun modo collegato ad attività di interesse pubblico.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here