Ecco come è cambiato central park dai violenti anni '80 ad oggi (fotogallery)

Secondo le statistiche della polizia, nel 1980 a new york si sono registrate ben 180.235 azioni criminali: 2.228 omicidi, 5.405 stupri e 60.329 rapine con aggressione. Molti di questi delitti sono stati commessi a central park, che a quel tempo non era il polmone verde nel cuore della città dei grattacieli che è oggi. Era, invece, una sorta di giungla incolta in mezzo alla metropoli, piena di predatori pronti a fare nuove vittime

Un sondaggio dell'epoca ha messo in evidenza che il 65% dei frequentatori di central park era stato vittima di un'azione violenta o vi aveva assistito. Come se non bastasse, ai crimini di ogni sorta si aggiungevano azioni vandaliche che deturpavano il parco

È così che nel 1980 l'allora commissario dei parchi e dei giardini di new york, gordon davis, si è fatto carico della sfida di recuperare central park e permettere a tutti i newyorkesi di poterne godere. Ad interventi di manutenzione è stata associata una più attenta sorveglianza

Stanare i delinquenti, però, non è stato facile e il controllo del parco non è stato ottenuto fino alla seconda metà degli anni '90. Un articolo del new york times, datato 1998, ha contrassegnato proprio quell'anno come il punto di svolta in cui il parco ha cessato di essere ritrovo per i delinquenti e si è trasformato in un piacevole luogo di incontro per le famiglie

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here