Engel & Völkers, passione loft: a sceglierlo professionisti e giovani famiglie

Le recenti indagini sul mercato immobiliare hanno rilevato che, al momento, il trilocale è la tipologia più richiesta. Ma accanto ai tagli più tradizionali si sta facendo strada qualcos’altro. Si tratta del loft, sempre più amato da professionisti e giovani famiglie. A renderlo noto un’indagine di Engel & Völkers sull’andamento di questa tipologia di immobile nel mercato di Milano e Roma.

In particolare, secondo quanto evidenziato dall’indagine, le famiglie che oggi acquistano un loft sono generalmente composte da creativi o giovani imprenditori, per i quali la casa è anche un luogo di incontro per cene di gala e ricevimenti. La clientela preferisce tagli da oltre 200 mq e proprietà ubicate nel centro storico. I single o gli investitori, anche stranieri, preferiscono il taglio di circa 50 mq, più pratico per un investimento.

Nel centro di Milano i prezzi oscillano tra i 6.500 e gli 8.000 euro a metro quadro, mentre nelle zone limitrofe (come Porta Romana, Corso di Porta Ticinese, Fiera Indipendenza e Corso Sempione) variano tra i 5.000 e i 5.500 euro a metro quadro. Spostandosi a ridosso della circonvallazione esterna, nell’area dell‘Alzaia Naviglio Pavese o verso Città Studi, Viale Monza e la stazione centrale, i prezzi vanno dai 3.000 ai 4.000 euro a metro quadro.

A Roma i loft sono soprattutto nelle aree in cui esistevano complessi industriali, botteghe o antichi laboratori, ad esempio nella zona degli Ex Magazzini ad Ostiense e in quella degli Ex Mulini Biondi nella zona del Porto Fluviale e nel quartiere Pigneto. I prezzi variano in base all’area e vanno dai 4.000 ai 6.000 euro a metro quadro. Nel centro storico della Capitale (come Testaccio, Trastevere e Borgo Pio) i prezzi possono arrivare fino a 12.000 euro a metro quadro. In questi casi si tratta di immobili caratterizzati da terrazze panoramiche, alti soffitti a volta e ampi spazi di rappresentanza.

Il direttore commerciale di Engel & Völkers Italia, Alberto Cogliati, ha spiegato: “La quotazione di un loft di pregio dipende molto dalla presenza o meno di accessori esclusivi, come aree di wellness private, e naturalmente dalla posizione. Milano è stata la prima città italiana ad importare questo tipo di immobile, rielaborando le tendenze più fashion provenienti dagli Stati Uniti, dove il loft è nato negli anni ’70. A Milano abbiamo richieste sia in centro sia in zone semi-centrali. I loft fuori dal centro sono per lo più degli open space, piuttosto che dei veri e propri loft industriali”.

Il general manager del market center di Roma di Engel & Völkers, Marco Rognini, ha affermato: “Negli ultimi anni, l’interesse nei confronti del loft sul mercato romano è cresciuto molto. Il loft nasce prevalentemente in un contesto casa/lavoro dove coniugare lo spazio lavorativo con quello abitativo, infatti piace molto ad artisti e liberi professionisti che amano gli spazi aperti. Il loft, tuttavia, non è meno attrattivo per i classici nuclei familiari. Per questo siamo alla ricerca di nuove proposte per la nostra clientela”.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here