“Falsi chalet”: sono così i bunker dell’esercito svizzero nascosti all’interno di deliziose case di montagna (Fotogallery)

All’apparenza sono case idilliache, tipici chalet alpini proprio come quelli raffigurati sulle cartoline. Ma, in realtà, queste case di montagna nascondono un oscuro segreto: dietro le loro colorate facciate e le loro preziose finestre in legno si nascondono i muri di cemento dei bunker dell’esercito svizzero.

Durante la Seconda guerra mondiale e negli anni della Guerra fredda, i comandanti della Difesa del Paese alpino hanno deciso di camuffare 250 edifici militari per non farsi scovare dagli aerei spia. Per oltre 60 anni nessuno ha immaginato che quegli chalet in realtà erano punti strategici dell’esercito. E’ stato, nel 2004, il fotografo Christian Schwager a scoprire il segreto dell’esercito elvetico nel libro “Falsi chalet”.

Per decenni il governo svizzero ha pagato un gruppo di artisti con l’obiettivo di mantenere in perfette condizioni l’innocuo aspetto di questi immobili, in realtà segrete installazioni militari. E il lavoro è stato eseguito molto bene. Secondo Schwager, infatti, a più di 20 metri l’occhio umano non può capire la vera identità di questi edifici.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here