Home staging: come riempire il vuoto della casa con 22 euro (foto)

È ormai esperienza consolidata che nello svolgimento della propria professione, l’home stager può spesso incontrare situazioni che, seppure concettualmente agli antipodi, risultano egualmente complicate nella loro soluzione. Come quella del caos e del vuoto. Amy lentini,
Presidente dell'associazione italiana home stager
Ci dà alcuni trucchi, facili ed economici per riempire e mettere ordine in una casa da vendere


Caos
Vuoto

Il primo può dipendere da diversi fattori: un tipo di disordine congenito, la mancanza di tempo o magari la necessità di liberare altri ambienti, e può presentarsi tanto in immobili abitati quanto in immobili disabitati (seconde case e simili)

Il secondo si presenta, tendenzialmente, in immobili disabitati o da poco occupati e condivide essenzialmente le ragioni della prima. Affronteremo in altra sede il “caos”; per ora offriamo solo alcuni spunti per gestire al meglio, velocemente e con poca spesa il “vuoto”, ovvero l’assenza di arredi

Il campo di battaglia preferito dal nostro nemico sono le pareti! bianche, altissime o larghissime, male illuminate e spesso caratterizzate da imperfezioni (bozzi, pennellate, stuccature, etc) che ne sottolineano la mole incombente e non offrono rifugio alcuno alla fantasia del potenziale acquirente

Su questo campo ci confronteremo oggi. Nostri alleati saranno il polistirolo ed i tessuti a metraggio di ikea (o simili). Artiamo dal presupposto che per arredare una parete vuota abbiamo due possibilità:

• creare un punto focale d’attenzione attorno al quale allestire una “scenetta” che possa descrivere chiaramente la funzione dell’ambiente

• creare un “diversivo” lungo tutta la superficie del muro che possa nascondere le imperfezioni di cui sopra

I nostri alleati ci vengono in aiuto in entrambi i casi. I tessuti a metraggio possono offrire soluzioni di colori e fantasie adatte ad ogni ambiente domestico e non. Il polistirolo offre poi il supporto efficace e versatile di cui i tessuti hanno bisogno. Una volta decisa la strategia (“punto focale” o “diversivo”) possiamo scegliere il tessuto più adatto ed utilizzarlo per foderare le pannellature in polistirolo. Useremo centimetro, forbici e metro per tagliare il tessuto; riga, metro e taglierino per tagliare il polistirolo; spilli per foderare le pannellature e chiodini senza testa per appendere il tutto

Ed ecco riuscita la nostra “manovra diversiva”
Costo dell’intervento:

15, 00 € tessuti a metraggio ikea

5, 00 € polistirolo di vari spessori

2, 00 € spilli

Clicca qui per maggiori informazioni sull'home staging

17 febbraio, Roma: conferenza nazionale di home staging

Partecipa al concorso "lost in traslation"

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here