I clan si spartiscono gli alloggi aler

Le case popolari della provincia di Milano sono diventate un nuovo capitolo per gli affari dei clan criminali. Sos racket ha lanciato l'allarme sugli abusi. Dietro compenso di denaro, che varia da € 1.500 a € 4.000, la criminalità organizzata "vende" gli alloggi di proprietà del comune di Milano e controlla nello stesso tempo lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona

Appartamenti occupati abusivamente e poi affittati spesso a immigrati. Si stima che i clan abbiano così guadagnato mezzo milione di euro

Sos racket ha svolto un lavoro è frutto di centinaia di segnalazioni giunte all'Associazione negli ultimi 5 mesi. La maggior parte delle richieste di aiuto sono giunte dalle persone anziane, le quali vivono nel terrore che la loro casa venga occupata. Molti di loro se vanno in ospedale o si assentano, anche per un breve periodo, sono costretti a far "presidiare" l'appartamento da un parente o conoscente. Oltre 3000 sono gli alloggi controllati e gestiti dalla criminalità, che in moltissimi casi addirittura ne incassa i canoni di locazione. "Tutto questo" scrive sos racket "avviene da oltre vent'anni nell'indifferenza della classe politica e degli amministratori di Milano"

Fonte: sos racket

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here