I partiti non vogliono rinunciare ai finanziamenti pubblici

La legge che abolirà il finanziamento sui partiti sarà in aula a partire dal 26 luglio. Ma in arrivo c'è una pioggia di emendamenti di chi non ci pensa proprio a rinunciare a questi soldi

Tra i più strenui difensori del finanziamento ci sono sposetti del pd e bianconi del pdl, ma anche tra le file del sel c'è chi non digerisce questa legge. I difensori parlano di un ddl ipocrita "se la gente vuole eliminare il finanziamento lo si elimina sul serio e non si usano palliativi come il 2 per mille". Tra le ragioni non ultima anche il problema dei dipendenti dei partiti. Pd e pdl hanno infatti 190 dipendenti a testa e con la riduzione dei fondi pubblici i loro posti sono a rischio

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here