I salari italiani ultimi in europa

17% in meno della media dei Paesi Ocse, 19% in meno della media europea contata su 19 Paesi. I salari degli italiani sono bassissimi, tra i più bassi d'Europa. L'Italia occupa infatti il ventitreesimo posto della classifica Eurispes stilata su un campione di trenta nazioni industrializzate. Il salario medio annuo, al netto, ammonterebbe a 21.374 dollari, pari a poco più di 14.700 euro

Le retribuzioni nette annue si aggirano in media intorno ai 25.000 dollari, tra i quali Germania (29.570), Francia (26.010), Spagna (24.632)

Tra i paesi con il maggior salario medio netto annuo per un lavoratore senza carichi familiari si collocano tra i primi dieci: Corea del Sud (39.931 dollari), Regno Unito (38.147), Svizzera (36.063), Lussemburgo (36.035), Giappone (34.445), Norvegia (33.413), Australia (31.762), Irlanda (31.337), Paesi Bassi (30.796) e Usa (30.774)

Il nostro Paese con 21.374 dollari occupa invece la ventitreesima posizione. "Volendo fare un paragone con gli altri cittadini europei, il lavoratore italiano percepisce un compenso salariale che è inferiore del 44% rispetto al dipendente inglese, guadagna il 32% in meno di quello irlandese, il 28% in meno di un tedesco, il 19% in meno di un greco, il 18% in meno del cittadino francese e il 14% in meno di quello spagnolo. I lavoratori italiani incassano dunque ogni anno retribuzioni medie tra le più basse dei paesi industrializzati, mediamente il 17% in meno della media Ocse, il cui valore è pari a 25.739 dollari"

Gli stipendi italiani superano solo quelli del Portogallo (19.150), Repubblica Ceca (14.540), Turchia (13.849), Polonia (13.010), Slovacchia (11.716), Ungheria (10.332) e Messico (9.716)

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here