idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare

In Italia l’investimento in immobili è sempre più redditizio, secondo i dati pubblicati dall’ufficio studi idealista. Acquistare un immobile di qualsiasi tipologia per metterlo a reddito produce, nel peggiore dei casi, il doppio del rendimento che offrono i Buoni del Tesoro a 10 anni.

Secondo questo studio, che mette in relazione i prezzi di vendita e affitto delle diverse tipologie immobiliari per calcolare il loro rendimento lordo*, i locali commerciali si confermano il prodotto più redditizio, con un rendimento pari all’8, 8%, seguiti dagli uffici (6, 9%), le abitazioni (5%) e i box (4, 1%). Tutti i prodotti analizzati evidenziano variazioni positive rispetto al primo quarter.

Rendimenti nel residenziale

Tra le città capoluogo italiane Biella (7, 4%) è quella che garantisce il rendimento maggiore. La seguono Trapani (7, 2%), Rovigo (6, 8%) e Brindisi (6, 8%) al top di una graduatoria che vede più della metà dei centri - 48 su 79 monitorati – con rendimenti superiori alla media del periodo. Milano (5, 3%) è fra questi, discorso diverso per Roma (4, 7%) e Napoli (4%) che seguono nelle retrovie.

Le città dove i proprietari ottengono meno affittando la loro casa sono Cuneo (3, 7%), poi Salerno, Savona e Siena, tutte con un rendimento pari al 3, 6%.

Rendimenti dei locali commerciali (no capannoni)

I locali commerciali sono il prodotto con i maggiori tassi di rendimento nella maggioranza delle città italiane per cui è stato possibile rilevare il dato. I ritorni maggiori per i proprietari si registrano a Venezia (15, 4%), che precede Rimini (14, 6) e Bergamo (13, 5%). Rendimenti a due ciifre anche per Napoli e Bologna, entrambe con una redditivià del 10, 3%. Più distanziate Milano (9, 4%) e Roma (7, 6%).

All’opposto della scala, le città meno attrattive per gli investitori sono Reggio Calabria (4, 5%) e Firenze, con una profittabilità di appena il 2, 5%.

Rendimenti degli uffici

Stando ai dati di idealista anche gli uffici possono garantire rendimenti di tutto rispetto, non lontani da quelli dei locali commerciali. Piacenza (9, 4%) è la città che garantisce i ritorni più sostanziosi ai proprietari di uffici. Alle spalle del centro lombardo seguono Novara (8, 5%), Prato (7, 4%), Bergamo (7, 2%) e Treviso (6, 9%). A Milano (6, 4%) e a Roma (5, 8%) i tassi viaggiano sotto il ritmo della media nazionale.

Scorrendo la graduatoria verso il basso troviamo Lecce (4, 3%), Rimini (4, 1%) e Pesaro (3, 7%), fanalini di coda dei rendimenti da locazione per il comparto degli uffici.

Rendimento dei box

I box auto sono il prodotto meno profittevole per gli investitori in quasi tutti i mercati monitorati, talvolta con rendimenti inferiori ai buoni a 10 anni, vedi i casi di Firenze (1, 8%) e Trieste (1, 4%).

Ad ogni modo nelle grandi città, dove trovare parcheggio può essere estremamente difficoltoso, l’investimento in un box può arrivare a rendere più dell’abitazione, come dimostrano i dati di Napoli (10, 7%), Roma (6, 8%) e Milano (6, 4%).

Secondo Vincenzo De Tommaso, responsabile dell’ufficio studi idealista: “Il calo dei valori immobiliari fa schizzare i rendimenti immobiliari in tutti i comparti. Con i Bot allo zero virgola e i Btp a 10 anni all’1, 9% c’è ottimismo verso un rilancio degli acquisti con l’obiettivo di messa a reddito per piccoli e medi risparmiatori”.

* il rendimento da affitto viene inteso al lordo di imposte (imu, cedolare secca) e le spese di gestione

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here