Il bello di studiare matematica, una laurea che fa trovare lavoro

Spesso considerata noiosa e ostica, la matematica sembra vivere ora una nuova e felice stagione. Crescono e si fanno più interessanti le opportunità per i laureati in questa materia. Vediamo cosa dice a tal proposito careeercast.com, portale americano per l'impiego online

Come riportato dal sole 24 ore, careeercast.com ha eletto la categoria generica dei "mathematicians" come "miglior professione del 2014". Secondo il portale americano per l'impiego online, il reddito intermedio dei laureati in matematica che lavorano nelle aziende usa è pari a 101.360 dollari nel 2014, con una proiezione di crescita dell'occupazione pari al 23% da qui al 2022

Solo per fare un esempio, un'azienda importante come mckinsey per il ruolo di business analyst, oltre la laurea in fisica, informatica e ingegneria, richiede la laurea quinquennale in matematica. In Italia i laureati in matematica sono ricercati nel ramo finanziario, per ruoli che vanno dalla valutazione dei modelli di derivati alla "ricerca quantitativa" per gruppi bancari. Ma i possibili sbocchi per un laureato in matematica si stanno moltiplicando a vista d'occhio: si va dall'industria al no profit, passando per le strutture ospedaliere

In base a quanto emerso da un recente focus di almalaurea sui laureati dell'area tecnico-scientifica, tra i laureati del settore, matematica inclusa, si registra un tasso di occupazione del 77, 5% a 12 mesi dalla fine degli studi (media generale del 70%) e una quota di disoccupati del 17, 5% (media generale del 23%)

A cinque anni dalla laurea il tasso di occupati sale al 91% e quello di disoccupati scende al 6%, contro l'87% e l'8% che si registra nella media generale. La retribuzione nominale, sempre a cinque anni, viaggia sui 1.520 euro mensili, quando il livello nazionale non supera i 1.383

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here