Il mistero delle case a forma di disco volante

Alla fine degli Anni ‘60 l’uomo sognava di conquistare lo spazio. La passione per la vita oltre la Terra dilagava, dai notiziari – con la messa in onda del primo passo sulla Luna degli astronauti dell’Apollo 11 – alla cultura, con la letteratura di fantascienza di Isaac Asimov e il film “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick. Anche l’architettura ha aderito a questa corrente come il finlandese Matti Suuronen e la sua “Future House”.

Progettata a forma di disco volante e pensata come casa di alta montagna, la “Future House” ha vissuto un periodo di grande popolarità negli Anni ’70. Ne sono state costruite fino a 100 in ogni angolo del globo, dall’Australia agli Stati Uniti, passando per la Finlandia, la Georgia e la Francia. Oggi se ne conservano a malapena 60 di queste strutture, alcune delle quali gravemente danneggiate, autentici oggetti da collezione per i quali in alcuni casi si è pagato più di mezzo milione di dollari.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here