Il settore immobiliare cerca appartamenti da offrire agli 'Eroi' che combattono ogni giorno il Covid-19

Oltre 20 agenti immobiliari in Italia, 130 in Spagna, 18 in Francia e persino un agente proveniente dalla lontana Colombia si sono uniti un paio di settimane fa per dare vita a Emergencyhome.help, un sito web che mette in comunicazione i proprietari di alloggi sfitti con personale sanitario e della sicurezza che combatte ogni giorno l’emergenza coronavirus.

Lo scopo è che i veri eroi di questa battaglia abbiano la possibilità di avere un luogo dove abitare in maniera temporanea per non correre il rischio di infettare la propria famiglia e che allo stesso tempo sia il più vicino possibile al proprio lavoro. Il progetto ha riscontrato un grande successo, raggiungendo oltre 6000 visite in un solo giorno, mentre oltre 300 proprietari si sono detti disposti a cedere i propri immobili, e altrettanti lavoratori della sicurezza si sono mostrati interessati ad alloggiarvi.

Emergencyhome.help è un progetto internazionale il cui domino è oggi disponibile in quattro lingue: italiano, spagnolo, inglese e francese. Il suo obiettivo è quello di creare una rete sempre più ampia capace di mettere in contatto i professionisti del settore sanitario e della sicurezza pubblica con agenti immobiliari e proprietari di tutto il vecchio continente.

L'obiettivo è quello di ottenere il maggior numero possibile di immobili in modo che questi "Eroi" - come definiti da Emergency Home - possano riposare senza mettere in pericolo i loro parenti e amici. "Il progetto - dicono a idealista/news i promotori del progetto -è nato il 22 marzo quando un medico ci ha raccontato che era molto preoccupato perchè ogni volta che tornava a casa metteva in pericolo i suoi cari e che gli sarebbe piaciuto poter riposare in un posto isolato vicino al luogo di lavoro"

"Gli alloggi in questione vengono ceduti attraverso un contratto, in molti casi, gratuitamente o con un simbolico rimborso spese, bollette, o pulizia finale, fino a quando non finisca l’emergenza e possano tornare alle loro case"

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here