Ing direct cartolarizza 4,5 miliardi di mutui italiani

Tornano le cartolarizzazioni dei mutui e riguardano direttamente l'Italia. Il gruppo olandese ing direct cartolarizza per la prima volta dei mutui residenziali italiani per un valore di 4, 5 miliardi di euro. Il via libera è stato dato dalla borsa irlandese. Le agenzie di rating hanno dato la tripla a sui titoli

Cosa sono le cartolarizzazioni: la cartolarizzazione è la cessione di attività o beni di una società definita tecnicamente originator, attraverso l'emissione ed il collocamento di titoli obbligazionari.
Il credito (in questo caso i mutui) viene ceduto a terzi (in questo caso sotto forma di fondi immobiliari) e il rimborso dovrebbe garantire la restituzione del capitale e delle cedole di interessi indicate nell'obbligazione. Se il credito diviene inesigibile, ossia se i mutui non possono essee pagati, chi compra titoli cartolarizzati perde sia gli interessi che il capitale versato

Quello della cartolarizzazione è un meccanismo che si è imposto nella finanza internazionale negli utlimi vent'anni. Si tratta di uno degli eleementi che, portati agli estremi dal sistema finanziario, ha portato al disastro della crisi economica, attraverso il noto capitolo dei
Mutui subprime

Negli ultimi tre anni i fondi immobiliari sono stati infatti i più penalizzati in borsa

Nel caso di ing direct il portafoglio è composto da 44mila mutui del valore medio di 118mila euro, soprattutto del nord Italia, la maggior parte a tasso variabile. Rispetto alle follie degli scorsi anni ci sono dei limiti e delle garanzie chiare, dato che le due tranche principali rimarrano sui libri contabili della banca (e non saranno intestati a società create ad hoc, come durante l'epoca dei subprime) e potranno essere usate per eventuali operazioni di rifinanziamento presso la bce

A organizzare dell'operazione è stata la filiale londinese di unicredit. Si tratta di una prova che le cartolarizzazioni europee sono ripartite e oggi rappresentano il 16& del mercato globale, mentre nel 2009 erano il 3%

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here