Ipoteche sotto 8.000 euro. Aduc si rivolge al ministero delle finanze

Aduc, l'associazione degli utenti e dei consumatori denuncia l'illegalità della mancata cancellazione delle ipoteche sotto gli 8.000 euro da parte di equitalia, come previsto dalle nuove norme. Per evitare i lunghi tempi giuridici, l'associazione chiede la consulenza del ministero delle finanze. Cosa fare nel frattempo?

Il presidente di equitalia, mario cuccagna, scrive aduc, già a maggio di quest'anno si era impegnato pubblicamente alla cancellazione delle ipoteche già accese, annunciando di mettere a disposizione per questo una modulistica ad hoc, per altro gratuita. Promessa che a detta dell'aduc non è stata attesa

Al contrario società di riscossione del gruppo equitalia, come equitalia cerit spa di Firenze, equitalia gerit spa di Roma, e la serit Sicilia di Messina rispondono negativamente alle richieste di cancellazione

A stabilire che la mancata cancellazione delle ipoteche di importo inferiore agli 8.000 euro sia illegale, la sentenza di cassazione a sezioni unite che stabilisce il principio secondo il quale l'iscrizione di un'ipoteca immobiliare soggiace al limite di 8.000 euro stabilito dalla legge per le azioni di espropriazione in quanto "atto strumentale e preordinato" alle espropriazioni stesse. Vale a dire che se l'ipoteca è inferiore a questa somma il bene ipotecato è inalienabile, dunque l'ipoteca non è valida

In attesa che il ministero delle finanze dia la consulenza richiesta, aduc consiglia ai sottoscrittori "malcapitati" di fare opposizione ai rifiuti di cancellazione da parte di equitalia

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here