Italia mon amour: sempre più stranieri investono nel mattone nostrano

Il settore immobiliare è in crisi, ma se è diventato sempre più difficile per gli italiani comprare casa, lo stesso non si può dire per gli investitori stranieri. Negli ultimi sette anni gli acquisti di immobili residenziali sono cresciuti del 53% e solo quest'anno, 4600 famiglie straniere hanno comprato un'abitazione nel bel paese

Secondo il report di scenari immobiliari, oltre al numero di immobili, ad essere aumentato è anche l'importo medio investito: dai circa 245.000 euro del 2005, si è passati infatti ai 455.000 del 2012. Ad essere affascinati di più dal mattone italiano sono gli investitori tedeschi (dal 36% del 2011 al 39% del 2012), seguiti dagli inglesi (18% del mercato). Ma in crescita sono anche gli acquisti da parte degli investitori russi (13%), spesso dotati di ingenti risorse economiche. Se negli anni scorsi la meta preferita dei milioni russi era la Sardegna, negli ultimi tempi stanno prediligendo anche le località turistiche della Liguria e della versilia

Se nel 2005 il 30% degli investimenti si concentrava in Toscana, adesso la regione più gettonata è la Puglia, capace di riunire mare, montagna e piccoli borghi (con una quota mercato che in sette anni è praticamente triplicata dal 7 al 22%). Mete ambite degli investitori stranieri sono anche il Lazio (21%), la Toscana (il 16%) e le Marche (15%)

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here