L`Italia del lusso sommerso

Il taglio dell`ici interessa tutti i proprietari di case (e pertinenze ad esse legate come garage, box, cantine e soffitte) eccetto quelli che possiedono abitazioni di lusso o accatastate come ville e castelli. Questo almeno in teoria, perchè nella pratica gli immobili accatastati a1 nel nostro paese sono ben pochi. Per fare degli esempi, a Roma in tutta piazza di spagna si conta appena un immobile signorile, a Milano, tra le centralissime via della spiga e via montenapoleote sono strenamete tantissime le dimore popolari (a4) mentre, più in generale, le abitazioni di lusso (a1, a8 e a9) in Italia sono appena 52.500, secondo i dati dell`agenzia del territorio. È polemica sugli estimi catastali a dieci anni dalla riforma (dpr 138/98). Ora i comuni, direttamente interessati al provvedimento del governo, rilanciano la loro candidatura per procedere al classamento e quindi alla definizione delle rendite catastali, nonostante le schermaglie però la riforma non è al momento una priorità del governo

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here