La bolla immobiliare è finita? (grafici)

La bolla immobiliare è finita. Almeno negli stati uniti. Ad assicurarlo è la deutsche bank che in un report mette in evidenza come le ultime tracce di quella che è stata un tempo una grande bolla immobiliare sono visibili solo in alcune città della costa, come new york, tampa, miami o los angeles

Secondo la banca tedesca i prezzi delle case negli stati uniti sono tornati ad un livello ragionevole dal punto di vista economico. A testimoniarlo è l'indice che misura la relazione tra i prezzi delle abitazioni e gli stipendi che ora è tornato a livelli precedenti la crisi economica. Quest'indice è un ottimo indicatore per valutare il mercato immobiliare: se il prezzo delle case aumenta più rapidamente degli stipendi, la possibilità di acquistarne una diminuisce, e viceversa

Nella sua analisi, deutsche bank ricorda che negli ultimi anni, l'evoluzione del prezzo delle case nelle grandi città è stato tutt'altro che uniforme. In alcuni centri urbani, come minneapolis, dallas e cleveland, infatti, il prezzo delle case non è cresciuto in maniera sproporzionata. È proprio qui che si è concentrato l'interesse degli investitori, anche per la caduta del numero dei pignoramenti

Uno scenario molto diverso a quello di alcune città della costa come portland, los angeles, tampa, new york, charlotte e miami, dove i prezzi delle case sono cresciuti in maniera sproporzionata rispetto agli stipendi. Senza contare l'alto tasso di dissocupazione e lo stock di abitazioni proveniente dai pignoramenti. Per questa ragione, la deutsche bank crede che in queste città i prezzi scenderanno

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here