La crisi colpisce i redditi medio-bassi

Cala l`ammontare dei prestiti, per un valore che va a coprire il 60% del valore dell`immobile contro il 70-75% dello scorso anno. Giù anche i compromessi, i contratti firmati dai privati direttamente dal costruttore dell`immobile, un po` la cartina al tornasole del mercato in proiezione futura. Il mattone ristagna con rallentamenti della domanda, in particolare nel nord-ovest e nel centro Italia, intorno al 15-20%. Per ora i disagi maggiori nelle aree dell`hinterland delle grandi città come Milano, Torino e Roma. Come spiega mario breglia di scenari immobiliari, ad essere maggiormente colpiti sono le persone con redditi medio-bassi, soprattutto le giovani coppie. Per fronteggiare la crisi e l`emergenza abitativa è in arrivo la costruzione di 100 mila nuovi alloggi da vendere o affittare a prezzi agevolati, ma bisognerà aspettare ancora alcuni anni prima di vedere concretizzato tale progetto. Per il presidente di scenari immobiliari occorrono soluzioni nell`immediato, come "l`aliquota unica al 20% sui redditi di locazione, che potrebbe stimolare i proprietari all`affitto"

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here