Legge di Stabilità, le ultime novità sulle norme contenute nel provvedimento

Tempi record per la lettura finale del ddl Stabilità 2016, approvato senza ulteriori modifiche al secondo passaggio al Senato e, dunque, in via definitiva, prima di Natale, come voleva il governo. Il voto finale è arrivato con questione di fiducia e 162 favorevoli, contro 125 contrari. La maggior parte delle norme contenute nel provvedimento rientra tra quelle ormai annunciate da diversi mesi. Riepiloghiamo le principali.

Tasi e Imu. Elemento “fondante” della legge di Stabilità per il prossimo anno è la cancellazione della Tasi sulla prima casa. La tassa sui servizi indivisibili rimane in vigore, per quanto concerne l'abitazione principale, solo per ville, castelli e immobili di pregio, ovvero quelli che rientrano nelle categorie A1, A8 e A9, che sono già da tempo le sole a pagare anche l'Imu se sono prima abitazione. Per 19 milioni di famiglie si calcola un risparmio medio di 200 euro annui. L'Imu viene cancellata, inoltre, sui terreni agricoli e sui cosiddetti “imbullonati”. Ridotta del 75%, invece, così come la Tasi sugli immobili locati a canone concordato. Le perdite di gettito per i comuni verranno interamente coperti dallo Stato.

Canone Rai. Cambia il modo di pagare il canone Rai, che sarà addebitato direttamente sulla bolletta elettrica di tutte le utenze registrate come abitazioni principali, a meno che non si faccia domanda di esclusione, dichiarando di non possedere alcun apparecchio radiotelevisivo. L'importo annuo scende a 100 euro, che verranno addebitati in 10 rate.

Leasing immobiliare. Tra le novità più significative introdotte nel corso dell'iter della manovra c'è la possibilità di acquistare la prima casa con un leasing, come per l’automobile. Per gli under 35, con reddito annuo inferiore a 55mila euro annui, ci saranno anche vantaggi fiscali.

Family card. Le famiglie numerose (almeno tre figli a carico) con reddito basso secondo i parametri Isee potranno fare richiesta di una “family card”, che consentirà di ottenere sconti su servizi pubblici, come abbonamenti ai mezzi di trasporto, o privati che aderiranno.

Bonus cultura. Altra agevolazione, questa senza distinzione di reddito delle famiglie, è per i ragazzi che compiranno 18 anni nel corso del 2016. Avranno 500 euro da utilizzare per iniziative culturali, come l'acquisto di biglietti teatrali o del cinema e di libri. Gli studenti iscritti a conservatori e licei musicali si vedranno, inoltre, assegnare un bonus da 1.000 euro per l’acquisto di strumenti.

No tax area e pensioni anticipate. Aumenta dal 2016 la no tax area per le pensioni (a 7.500 euro per chi ha meno di 75 anni, a 7.750 per chi li supera). Rimane in vigore la cosiddetta “opzione donna”, che consente l'addio anticipato al lavoro se si hanno 57 anni e 3 mesi (un anno in più per le lavoratrici autonome), 35 anni di contributi e si acconsente a un ricalcolo con solo metodo contributivo della pensione spettante.

Altre misure. Tra le altre misure presenti all'interno della legge di Stabilità c'è la sterilizzazione degli aumenti dell'Iva che sarebbero scattati a gennaio per via delle clausole di salvaguardia, il contestato innalzamento del limite dell'uso del contante da 1.000 a 3.000 euro, l'abolizione della soglia dei 30 euro per l'obbligo di accettazione del bancomat per i pagamenti. Creato, inoltre, un fondo da 100 milioni di euro a favore degli investitori che hanno perso i loro soldi nel crac delle quattro banche (Etruria, Marche, Carichieti e Cariferrara), interamente a carico del Fondo interbancario.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here