L'immobiliare e la crisi: meno mutui, tempi lunghi e prezzi in discesa

Con i
Prezzi delle case in calo
Non c'è da stupirsi che altri fattori indichino chiaramente la crisi del settore. Se da un lato aumentano i termpi necessari alla vendita di un immobile, dall'altro si riducono i margini per chi deve accendere un mutuo. E persino la richiesta di un finanziamento è in netto calo. Come dire, molti potenziali acquirenti hanno capito che non è aria

Per queste ragioni sempre pipu persone sono interessate alla permuta immobiliare

È della scorsa settimana la notizia che sia tecnocasa che gabetti hanno registrato una decisa discesa dei prezzi delle case. Oggi invece segnaliamo che, secondo il sistema di informazioni creditizie crif-eurisc, la richieste di mutui sono in calo del 10% nei primi otto mesi del 2011

È dal 2007 che il barometro crif registra una diminuzione di richieste di finanziamenti, salvo nel 2009, quando era parso che ci fosse una lieve invesrione di tendenza (+4%). Inoltre, è da notare come di mese in mese le richieste di mutui siano andate peggiorando, fino a toccare ad agosto un sonoro -18%

La tormenta finanziaria e la crisi economica devono aver consigliato maggiore prudenza a chi deve indebitarsi con la banca per tanti anni. Il mercato del lavoro, del resto, non fa ben sperare e sono ancora tutti da verificare gli effetti della manovra economica che, di fatto, rende più semplice licenziare

Il mutuo più richiesto dagli italiani è quello più lungo, tra i 25 e i 30 anni, in una fascia d'età principalmente compresa tra i 35 e i 44 anni

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here