L'unica speranza per il mercato immobiliare è una ripresa dei mutui (grafico)

I dati del mercato immobiliare spesso si anticipano gli uni con gli altri e gli indicatori sulla domanda di mutui facevano presagire già da mesi il crollo delle compravendite di case di inizio 2012. A maggio, tuttavia, la richiesta di prestiti per la casa, pur restando in congiuntura negativa, sembra cominciare a invertire la tendenza catastrofica registrata fin'ora. Un segnale relativamente positivo, da prendere tuttavia con le pinze

Noi di idealista ti aiutiamo gratuitamente a calcolare la rata del mutuo e a confrontare i migliori mutui sul mercato in ogni momento

Come ogni mese il barometro crif, il sistema di informazioni creditizie che si basa su dati eurisc e raccoglie i dati di numerosi istituti di credito, ci fa vedere qual è la tendenza nella richiesta di mutui da parte degli italiani. Sebbene maggio abbia fatto registrare un -38% interannuale, come vediamo dal grafico sembrerebbe che la tendenza si stia leggermente invertendo. La prudenza in quest'analisi è tuttavia d'obbligo, perché il contesto macroeconomico e la crisi dell'euro determineranno quanto succederà nei prossimi mesi

Ciononostante, non c'è da stare allegri e per capirlo basta guardare la seguente tabella: nei primi cinque mesi del 2012 la richiesta di mutui è crollata di un sonoro 45%. Guardando questi dati c'è persino da stupirsi che il mercato residenziale sia crollato "solo" di un 20%

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here