Modello 730 precompilato o ordinario, qual è la differenza?

Il modello più usato per la presentazione della dichiarazione dei redditi è il 730/2017 che puo' essere precompilato o cartaceo. Vediamo quali sono le differenze tra i due documenti

Modello 730 precompilato 2017 - Il modello 730/2017 precompilato è il documento già compilato dall'Agenzia delle Entrate attraverso i dati in suo possesso e consultabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate a partire dal 15 aprile, direttamente o tramite intermediario abilitato o sostituto d'imposta. Una volta accettato l'accesso è possibile accettarlo senza modifiche, modificarlo oppure non accettarlo e optare per l'ordinario.

I vantaggi per la presentazione del modello riguardano la semplificazione e i controlli. Se il modello 730 viene presentato direttamente o al sostituto d'imposta, senza modifiche, infatti, non saranno effettuati i controlli documentali sulle spese comunicate all'Agenzia delle Entrate dai soggetti che erogano mutui fondiari e agrari, dalle imprese di assicurazione e dagli enti previdenziali. Se il 730 viene presentato dagli intermediari abilitati i controlli documentali saranno effettuati su quest'ultimi.

Modello 730 ordinario - Il modello 730 ordinario è a disposizione di tutti i contribuenti. In questo caso il 730 può essere presentato al sostituto d’imposta, il quale si occupa di prestare l’assistenza fiscale, oppure direttamente ad un centro di assistenza fiscale, o ancora a professionisti abilitati. I lavoratori che non abbiano il sostituto d’imposta devono necessariamente presentare il proprio 730 ordinario al Caf o al commercialista.

E' importante ricordare che non vi è nessun obbligo di presentare il modello dei redditi 2017 precompilato, ma è una scelta libera del contribuente.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here