Mutui: aumenta l'erogato alle famiglie, ma a crescere sono anche le sofferenze bancarie

Nel suo Outlook mensile l'Abi certifica il buon momento del mercato dei mutui. A luglio 2016, l'ammontare complessivo dei mutui in essere delle famiglie ha registrato una variazione positiva del 61, 8% nei confronti di fine luglio 2015. A crescere sono però anche le sofferenze bancarie.

ll tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l’acquisto di abitazioni - che sintetizza l’andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo – è risultato pari al 2, 20 (2, 09% il mese precedente, minimo storico).

Sul totale delle nuove erogazioni di mutui quasi i due terzi sono mutui a tasso fisso: nell’ultimo mese la quota del flusso di finanziamenti a tasso fisso è risultata pari al 66, 1% (63, 3% il mese precedente; era 62, 7% a giugno 2016).

Guardando alle sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni già effettuate dalle banche con proprie risorse) a fine luglio 2016 sono pari a quasi 85 miliardi di euro rispetto a 83, 7 miliardi di giugno.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here