Nelle viscere del "calatravasauro": com'è all'interno il discusso progetto di calatrava per ground zero a new york (fotogallery)

Da quando nel 2004 è stato presentato il progetto per ricostruire lo snodo di scambio distrutto dagli attacchi terroristici dell'11 settembre alle Torri Gemelle, il lavoro dell'architetto spagnolo Santiago Calatrava nella zona di Ground Zero a New York è passato dall'essere considerato una meravigliosa opera di ingegneria che rappresenta l'aquila calva in volo (simbolo degli Stati Uniti) all'essere visto come il "calatravasauro" o "la stazione più cara della storia".

L'autorità portuale di New York e New Jersey imputa la colpa allo straordinario ed esagerato design "molto più complesso da realizzare di quanto inizialmente previsto", fatto che ha provocato numerosi ritardi e incrementi dei costi. Il costo finale, probabilmente, sarà di 4 miliardi di dollari, quasi il doppio di quanto preventivato.

Il progetto di Calatrava prevedeva un tetto mobile grazie al quale la stazione poteva essere aperta, ma tale opzione è stata messa da parte per evitare ulteriori spese. Un'analisi sulla sicurezza ha poi reso necessario raddoppiare le "costole" di acciaio che costituiscono la struttura esterna per evitare possibili frane, questo ha modificato l'aspetto della struttura, che è passata dall'evocare un rapace ad assomigliare a un dinosauro.

Se la struttura esterna sta prendendo forma, nelle viscere del "calatravasauro" c'è ancora molto lavoro da fare. La stazione dovrebbe diventare operativa entro la fine dell'anno, ma a giudicare dalle immagini catturate dal fotografo di animalnewyork.com l'obiettivo verrà difficilmente raggiunto

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here