Problemi col mutuo? ecco 5 soluzioni

Rispetto al 2008 la rata del mutuo è più leggera per tutti quelli che hanno un tasso variabile. L'euribor ha rialzato la testa (vedi notizia), ma siamo ancora lontani dai livelli di guardia. Ciononostante per molti italiani, a causa della crisi economica, della cassa integrazione, della perdita del lavoro, pagare la rata è un problema. Ecco 5 possibili soluzioni

Il corriere della sera ha posto 5 domande a un esperto, corrispondenti a 5 possibili situazioni difficili

1. Chi ha diritto ai fondi pubblici per le difficoltà sul mutuo?

Il fondo di solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa, approvato ma non ancora operativo, avrà a disposizione 20 milioni di euro. Non molti, ma meglio di niente. Per chi riuscirà ad accedere (i fondi sono ad esaurimento) la moratoria (le rate vengono sospese, non cancellate) durerà 18 mesi. Scopri nel detatglio chi può richiederla e con quali modalità

2. Si può ancora aderire alla moratoria delle banche?

Il piano famiglie dell'abi è in vigore fino al al 31 gennaio 2011. Si applica ai mutui prima casa e può richiederla chi ha vissuto difficoltà familiari o lavorative (leggi i dettagli). Ogni istituto bancario ha un proprio percorso per richiederla: è necessario rivolgersi allo sportello e chiedere del piano famiglie. La moratoria abi prevede alcuni costi e si applica per 12 mesi contro i 18 di quella statale, ma in realtà nella grande maggioranza dei casi è l’unica strada percorribile, sia perché i requisiti sono meno stringenti e poi perché si ha la certezza di ottenere la sospensione

3. Conviene rinegoziare il mutuo?

Rinegoziare il mutuo con la propria banca non è facile, ma se si è dei buoni clienti (e non si è morosi) è possibile. Si può provare ad allungarlo, per pagare una rata meno consistente (ma per più tempo). Per chi ha un tasso variabile non è consigliato, perché in futuro i tassi di interesse saranno sicuramente più alti. Ma se si è in difficoltà, è una strada da tentare. Non si sono spese di riscrittura, a meno che non si aumenti l'importo del mutuo

4. La tentazione della surroga

La surroga del mutuo permette di cambiare la tipologia del proprio prestito (da fisso a variabile, per esempio) e anche banca. In questo momento, visti gli indici euribor, è la strada più scelta (vedi notizia) perché consente di passare da un tasso fisso superiore al 5% ad un variabile, variable col tetto ecc. Si può mantenere la durata originaria, allungarla o restingerla

5. Cos'è il consolidamento dei prestiti

Si può affrontare nei casi in cui si abbiano più prestiti in corso: la rata del mutuo, quella sell'auto o per i mobili. Il consolidamento permette di riunire tutto in un solo mutuo. Ma per farlo è nesessario aprire una nuiova istruttoria, con tutte le spese di notaio connesse. Considerando le spese e i rischi, ogni situazione va analizzata nel dettaglio. È comunque una strada per lo meno da prendere in considerazione

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here