Questa azienda di case prefabbricate costruisce edifici a tempo di record

Le case prefabbricate hanno sempre più successo grazie alla loro facilità di montaggio e trasporto. C'è un'azienda di Chicago che sembrerebbe aver trovato una formula innovativa per il definitivo salto di qualità. Perché non solo si occupa della costruzione, ma le impila anche una sopra l’altra fino a formare piccoli grattacieli risparmiando tempo e denaro.

Parliamo di Skender, una società di costruzioni statunitense con più di 60 anni e 600 dipendenti, che ora promette di innovare ulteriormente uno dei settori più interessanti dell’edilizia. E lo sta facendo attraverso l'architettura modulare, il loro motto è: "Costruiamo senza limiti". E sembra che lo stiano facendo davvero.

In breve, si tratta di un'azienda di case prefabbricate. Ma non solo, perché possono essere collocate una sopra l’altra sino a formare diversi livelli di piani. Il processo modulare per costruire gli appartamenti combina tecniche di produzione avanzate e tanta creatività. Questi moduli sono costruiti in fabbrica e portati in cantiere, dove sono impilati e assemblati.

Palazzi fino a 12 piani

I primi appartamenti dovrebbero essere pronti già entro questa primavera. Costituiranno un edificio di 110 appartamenti vicino a West Loop, un quartiere di Chicago che è stato gentrificato negli ultimi anni. Le case, inoltre, saranno già consegnate con cucina e pavimento montati e pareti dipinte.

Questi moduli sono stati realizzati in uno stabilimento di 100 persone. Per essere impilati e assemblati, vengono inseriti in una struttura in acciaio prodotta sempre dalla stessa azienda, in cui ci sono anche le scale e l’ascensore. Per il momento, possono essere costruiti edifici fino a 12 piani e l'azienda si aspetta che siano più alti in futuro.

Skender sostiene che i suoi edifici prefabbricati assomigliano a quelli costruiti con l’edilizia tradizionale, ma con altri standard e tecnologia che ottimizzano le spese e l’efficienza energetica. "Più veloce, più redditizio e ineguagliabile in termini di qualità", spiegano dall’azienda.

Una squadra unita

Per Skender questi blocchi modulari rappresentano una valida alternativa anche per l’edilizia di edifici sanitari e multiuso. Mark Skender, CEO dell'azienda, spiega che vogliono allontanarsi dall'architettura tradizionale, dove c’è bisogno di un architetto, un ingegnere e un appaltatore. Questo modo di operare causa problemi di comunicazione, ritardi nella consegna e costi aggiuntivi.

In questo modo i costi di costruzione sarebbero ridotti del 15% e i tempi sarebbero ridotti del 50%. Inoltre, stanno collaborando con le autorità locali per individuare alcuni progetti predeterminati e quindi risparmiare ancora più tempo nella gestione dei permessi e della costruzione. In questo modo, un cliente potrebbe, ad esempio, andare da loro per un appartamento e, se gli piace uno dei progetti già approvati, accelerare l'inizio del lavoro.

Google Home, termostati ... e profumi in tutto l'appartamento

Il prototipo mostrato dà un'idea di come sarà il primo edificio e i progetti futuri. Secondo il team, si tratta di un appartamento con una camera da letto che funziona con i diffusori di Google Home, i termostati Nest e i controlli di luci e tende del marchio Lutron. La casa ha anche un diffusore di profumi.

A giudicare dalle immagini, gli appartamenti hanno uno stile estremamente moderno, con tocchi futuristici. Tale è l'impegno nel progettare che nel 2018 l'azienda ha assunto fino a 10 designer per fare questo lavoro, guidati da un architetto.

Il costo di ciascun edificio o appartamento modulare dipenderà da fattori quali la sua dimensione o posizione, così come i dipendenti che lavorano lì. Nel primo prototipo, il costo era compreso tra 275 e 300 dollari (243 e 265 euro) per piede quadrato (equivalente a 0, 1 metri quadrati), e si stimava che il prezzo sarebbe stato di 250 dollari (221 euro) per piede quadrato quando era un edificio con diversi appartamenti.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here