Queste sono le città in cui si vive meglio (e peggio) nel mondo

La città australiana di Melbourne è per il settimo anno consecutivo il luogo con la più alta qualità della vita nel mondo, secondo la nuova edizione della classifica dell’Economist. Ancora una volta sono tre le città australiane e tre le canadesi che occupano le prime posizioni.

Il “Global Average Liveability Score”, elaborato dal settimanale The Economist Intelligence Unit, determina la qualità della vita di 140 città in tutto il mondo.

La crisi economica, i conflitti armati e gli attacchi terroristici hanno influenzato i valori di questo indice negli ultimi anni. Infatti, delle 140 città studiate, 98 hanno visto diminuire il loro punteggio dal 2007.

Lo studio prende in considerazione 30 fattori relativi alla sicurezza, alla salute, all’ambiente, all’istruzione, alle infrastrutture e allo sviluppo della città.

Tra le prime 10 città con la più alta qualità della vita sul pianeta ci sono in testa Melbourne (Australia) con 97, 5 punti su 100, seguita da Vienna (Austria) con 97, 4 punti e Vancouver (Canada) con 97, 3 punti. A completare la top 10 ci sono Toronto (Australia), Calgary (Australia), Adelaide (Australia), Perth (Australia), Auckland (Nuova Zelanda), Helsinki (Finlandia) e Amburgo (Germania).

Al contrario, le città con la peggiore qualità della vita sono: Kiev (Ucraina), Douala (Camerun), Harare (Zimbabwe), Algeri (Algeria), Karachi (Pakistan), Port Moresby (Papua Nuova Guinea), Dhaka (Bangladesh), Tripoli (Libia), Lagos (Nigeria), Damasco (Siria).

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here