Rumori che corrono sul debito pubblico italiano e sulla posizione dell'Ocse nei confronti del referendum

Draghi rassicura e parla di un debito italiano sostenibile: A meno di una settimana da un delicato referendum costituzionale in Italia, il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, si è voluto rassicurante ieri sull’impatto che l’esito del voto potrebbe avere in Borsa. Durante una audizione parlamentare, Draghi ha spiegato che l’esperienza dimostra come i mercati finanziari siano capaci di assorbire eventuali shock geopolitici, tanto più che il debito pubblico italiano pur elevato è ritenuto “sostenibile” dall’istituto monetario. (Il Sole 24 Ore)

L’Ocse si schiera per il sì al referendum: Secondo l’Ocse il sì al referendum costituzionale “sarebbe un passo in avanti verso il processo di riforma e migliorerebbe la governance politica ed economica”. L’organizzazione, inoltre, mostra ampio apprezzamento per le politiche del governo, che “sta facendo progressi sulle riforme strutturali, comprese le politiche attive per il mercato del lavoro, la pubblica amministrazione e il sistema scolastico”. (La Repubblica)

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here