Ryanair all'Italia: diminuite le tasse e aumenteremo voli e posti di lavoro

La compagnia irlandese ryanair ha svelato i suoi piani per l'Italia. Piani che prevedono un aumento dei passeggeri (dai 24 attuali a 37) in quattro anni e la creazione di 13 mila nuovi posti di lavoro negli aeroporti. Il tutto subordinato a una unica condizione: che il governo riduca le tasse aeroportuali, in particolar modo le comunali, che sono incompatibili con le basse tariffe proposte dalle compagnie low cost

A svelare il piano turistico per il nostro paese è stato il numero due della compagnia, michael cawley. Se il governo si deciderà a diminuire le tasse, la ryanair prevede - oltre all'aumento dei posti di lavoro e dei passeggeri entro la fine del 2016- anche: l'apertura di cinque nuovi basi in due anni: comiso, Salerno, Catania, olbia e lamezia; tre nuovi aeroporti

Cawley ha voluto ricordare che a differenza di altre compagnie, come la meridiana, ryanair non riceve contributi statali. E che in termini di passeggeri spera che il 2012 sia ricordato come l'anno del sorpasso su alitalia (nonostante attualmente la compagnia di bandiera nazionale trasporti circa 100.000 passeggeri in più ogni anno). Secondo cawley inoltre, il nuovo piano turistico e l'aumento dei passeggeri "forniranno oltre 5, 5 miliardi di euro in entrate turistiche all'economia italiana ogni anno"

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here