Sai quanto denaro sprechi lasciando i dispositivi in stand-by?

Lo scorso anno i circa 14 miliardi di apparecchi tecnologici presenti in tutto il mondo hanno fatto disperdere più di 59 miliardi di euro. A dirlo i dati dell'agenzia internazionale dell'energia (aie). Una delle maggiori cause di questo spreco è l'utilizzo dello "stand-by" o, che poi è la stessa cosa, il lasciare gli apparecchi in quel limbo che è il "puntino rosso", quindi né accesi e né spenti

Lo "stand-by" ruba tra il 5 e il 10% del consumo totale di elettricità della casa. Ma non solo. Causa anche un problema di tipo ambientale. L'aie ha stimato, infatti, che nel 2013 i dispositivi in "stand-by" hanno consumato un totale di 616 terawattora (tw-h), molto più di quanto ogni anno regno unito e norvegia consumano di elettricità (in linea di massima circa 400 tw-h)

Maria van der hoeven, direttore esecutivo dell'aie, ha spiegato: "il problema non è che i dispositivi rimangono in 'stand-by', il problema è la quantità di energia utilizzata per mantenere la connessione e la comunicazione con le reti"

In questo senso, si può dire che non è la stessa cosa tenere in "stand-by" un normale monitor lcd, il cui consumo annuale - se spento - è di 1, 49 euro, e un router internet, il cui costo annuale per il consumo dovuto alla trasmissione dei dati - anche senza un utilizzo effettivo - è pari a 11, 91 euro. Router, stampante e video sono gli apparecchi che consumano di più in "stand-by". Una casa nella quale sono presenti tutti i tradizionali dispositivi costa circa 145 euro all'anno

Ma questa spesa può essere arginata. Come? acquistando dispositivi tecnologici più avanzati. Le versioni più recenti degli apparecchi, infatti, sono più efficienti e arrivano a consumare fino al 65% di energia in meno

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here