Se il governo cade su berlusconi si paga l'imu a dicembre

Se la giunta del senato deciderà di applicare la legge severino e voterà per la decadenza da senatore di silivio berlusconi si apriranno tempi difficili per il governo. Ma se l'esecutivo cade, rischia di aprirsi di nuovo il capitolo imu per milioni di proprietari di prima casa che potrebbero essere chiamati a pagare il saldo di dicembre

Il decreto emato dal governo il 28 agosto 2013 conferma la sospensione della prima rata dell'imu, ma nulla viene detto sulla cancellazione della seconda rata. Chi può dormire sonni tranquilli sono le imprese costruttrici proprietarie di immmobili invenduti per cui lo stesso decreto, all'articolo 2, sancisce la cancellazione anche della seconda rata

Per tutti le altre prime abitazioni fino ad ora ci sono solo le rassicurazioni del premier letta e degli altri membri dell'esecutivo sulla cancellazione tout court dell'intera imposta per il 2013, prima dell'introduzione nel 2014 della service tax. Ma se berlusconi deciderà di far saltare il tavolo tutto verrà messo in discussione

Tra i tanti scenari possibili, che vanno dal letta bis a nuove elezioni, non si può assicurare che ci siano le condizioni per l'emanazione di un nuovo decreto. Senza contare che il problema delle coperture, che dovrebbero arrivare da numerosi tagli i ministeri, è ancora un capitolo aperto

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here