Spagna, l'immobiliare minaccia il futuro economico

Il più importante quotidiano economico degli stati uniti ha realizzato uno speciale sul mercato immobiliare spagnolo. Lo scoppio della bolla immobiliare avrà delle conseguenze negative a lungo termine sull futuro economico del paese, segnala il giornale. Si calcola infatti che vi siano 1, 5 milioni di case da finire, invendute o senza alcun interesse, che minacciano di appesantire la ripresa economica del paese. "È la sbornia di una festa epica"

Il reportage prende come esempio i problemi della torre lugano a benidorm, una nota località turistica della costa di levante (nella foto). Gli acquirenti hanno fatto causa ai costruttori per 28 milioni di euro, in seguito a evidenti difetti di costruzione. "Un esempio della distanza tra i recenti sogni della spagna e la sua nuova realtà"

Il giornale racconta come da tre anni gli spagnoli parlino dello scoppio della bolla e della fine di un'epoca di ricchezza, da cui non si salva nessuno, nemmeno la famiglia reale, che ha subito, come tutti del resto, dai tagli al proprio bilancio

The wall street journal insiste poi sulla mancanza di trasparenza di alcune banche spagnole, proprietarie di molti degli appartamenti invenduti, che non inseriscono tra le proprie perdite la diminuzione del valore delle case e cercano in questo modo di tenere bloccati i prezzi

La previsione per il futuro è dunque nera. Secondo gli esperti per assorbire tutte le abitazioni attualmente vuote ci vorranno almeno tre anni

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here