Un grattacielo di vetro dello studio Fuksas a Shenzhen, nel cuore della Cina

Giusto per non parlare di Cina solo in relazione al coronavirus, ecco uno dei tanti grattacieli che attestano il potere economico di una nazione che resta stupefacente per tecnologia e ritmi di crescita, seppure in calo negli ultimi anni e pur con le inevitabili contraddizioni sociali del caso.

Il luogo è Shenzhen, città con il maggiore tasso di crescita in tutta la Cina, nota come la Silicon Valley con gli occhi a mandorla. L'edificio è una creazione tutta italiana, firmata dallo studio di architettura Fuksas: 230 metri di altezza e 50 piani per un totale di 80 mila metri quadri di superficie per la sede, interamente rivestita in vetro, della società finanziaria Guosen Securities Company Limited, nel pieno centro direzionale di Shenzhen.

Il grattacielo è percorso a zig zag da un solco tridimensionale che ricorda la scia lasciata da un serpente e che si traduce, all'interno, in un gioco di vuoti e pieni su cui si realizza la funzionalità degli spazi. L'edificio è inoltre dotato dei più moderni sistemi di utilizzo dell'energia passiva per un impatto ambientale ottimale.

Laissez Vos Commentaires

Please enter your comment!
Please enter your name here